Viaggio quando posso

Islanda, i fondamentali di viaggio

I consigli più importanti da tenere a mente prima di partire

Le strade sono generalmente buone, specie se seguite sempre la 1 (ring road), ma per noi è stato fondamentale comprare una cartina che ci desse un’idea più precisa rispetto a Maps. Ci ha evitato più di un problema.

Ricordatevi di consultare sempre en.vedur.is/ per non farvi prendere impreparati dal meteo: il sito vi dirà vento, pioggia e temperatura con grande precisione e potrete regolarvi in base al tempo che non sempre è clemente.

Per informazioni aggiornate in tempo reale sulle strade consultate http://www.road.is/

Per noleggiare l’auto ci sono molte alternative, noi ci siamo rivolti a bluecarrental e ci siamo trovati bene. Abbiamo preferito prendere un suv e fare l’assicurazione completa (sì, anche quella sand and ash), entrambe le scelte si sono rivelate positive. Un pullman collega l’aeroporto alla zona in cui ci sono tutte le concessionarie, ma sappiate che anche a piedi ci vogliono pochi minuti.

La maggior parte delle strade, anche nelle curve a gomito nei fiordi, non ha protezioni ai lati. Prestate sempre attenzione al pericolo principale: le pecore!

Fermatevi ogni volta che potete. Tra una meta e un’altra calcolate sempre un po’ di tempo in più per le volte in cui vorrete semplicemente spegnere la macchina per godervi il panorama.

Per dormire cercate di prenotare quanto prima possibile, le fattorie riadattate ad alberghi potranno regalarvi delle serate da sogno, ma generalmente il livello è molto buono. Considerando i prezzi di ristoranti e bar noi abbiamo scelto strutture con prima colazione inclusa. I costi sono generalmente molti alti (sulle calamite avrete un mancamento) a eccezione della benzina.

Se non siete ricchi eviterete di mangiare nei ristoranti a pranzo e cena, le catene di supermercato fortunatamente non mancano. Tra i tanti abbiamo trovato i Bonus quelli più economici e forniti. In quasi tutti troverete panini già pronti a prezzi accettabili.

Per rilassarsi nelle zone termali il posto più famoso è ovviamente la Blue Lagoon, ma è anche l’opzione più cara e affollata. Una buona alternativa è vicino al lago Myvatn (Myvatn Nature Baths), ma l’Islanda è piena di piccole vasche nel mezzo del nulla tra piscine, bagni e pozze naturali (https://www.viaggioinislanda.it/mappa-completa-bagni-terme-piscine-islandesi/).

error: Content is protected !! Meow !!