Viaggio quando posso

Un giorno alla Dune du Pilat

Se avete in programma qualche giorno da passare a Bordeaux non fatevi assolutamente mancare una fuga alla Dune du Pilat. Si tratta della duna artificiale più alta d’Europa ed ha finito col rappresentare un’attrattiva turistica assolutamente insolita. I dubbi iniziali su quanto possa meritare una parentesi all’interno del viaggio nella Gironda verranno cancellati nell’immediato arrivo. Le dimensioni sono pazzesche: quasi 550m da Est a Ovest, 3km da Nord a Sud, più di 100m di altezza.

Salire sulla Dune du Pilat è assolutamente gratuito.

Come arrivare

L’auto per andare e tornare in giornata può essere la scelta migliore, ma oltre ai costi decisamente maggiori bisogna anche fare attenzione al traffico. Non è difficile che, specie in alta stagione, la strada costringa a discreti ritardi. I tempi potrebbero oscillare tra i 45 minuti fino a oltre il doppio. Per il parcheggio le alternative in zona non mancano, con due vasti spazi alle porte della Dune, ma ricordatevi di non lasciare lì la macchina la notte o la multa sarà inevitabile.

Il treno offre ottime soluzioni, specie studiando bene gli orari di andata e ritorno sul sito delle ferrovie francesi. Da Bordeaux si prende un treno per Arcachon, da lì poi salire su un pullman (affollato) che porta fino alla Dune. Specie per questa seconda parte di tragitto ricordate di fare bene attenzione agli orari (qui il sito da consultare).

Un giorno alla Dune

La strada per arrivare alla Dune du Pilat è in una zona molto amata dal turismo francese, trovandosi in prossimità del bacino di Arcachon. L’arrivo è in un vasto parcheggio a cui segue un piccolo tratto di pineta con negozi di souvenir e bar. Quasi da un passo all’altro si diradano gli alberi e ci si trova di fronte ad un’immensa duna alta più di 100 metri con una scala che aiuta i numerosi turisti, piccoli come formiche, ad arrivare in cima.

La salita vi costerà sudore, ma non è assolutamente delle più impegnative. Il panorama che si apre dall’alto ripaga pienamente la fatica e il viaggio. La Dune separa perfettamente una distesa di bosco a perdita d’occhio e l’oceano Atlantico che si apre immenso dopo i primi due banchi di sabbia prossimi alla riva.

Lasciatevi semplicemente incantare, trovate il vostro angolo di duna e godetevi lo spettacolo. In lontananza vedrete decine di persone che approfittano del vento e del panorama per fare parapendio. Nella bella stagione qualcuno scende il versante fino a valle per tuffarsi nell’oceano.

La discesa ognuno l’articola come vuole. C’è sempre chi non rinuncia ad una folle corsa o semplicemente a rotolare giù tra le dune. L’enorme quantità di sabbia che toglierete dalle scarpe tanto non se la evita nessuno.

Qui tutti i consigli per passare tre giorni a Bordeaux senza perdere niente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !! Meow !!